Aggiornato 15 febbraio 2016

 

discaricafirme 

Petizione “Per una Capriasca senza discariche” consegna delle firme raccolte.

Il Dipartimento del Territorio nel mese di giugno del 2013 ha avviato una procedura di consultazione relativa alle modifiche della scheda V7 che, nel Piano direttore cantonale, si occupa delle discariche per materiali inerti. Una delle discariche previste si situerebbe in località “Crevogno” sul territorio dei Comuni di Ponte Capriasca e di Taverne Torricella, nella bassa Capriasca, in un contesto paesaggistico pregiato e delicato che comprende il lago di Origlio, il monte San Zeno, i boschi di Poreca fino al dosso di Taverne e Sigirino, importante corridoio per la fauna selvatica.

Qualora questa discarica venisse realizzata, il passaggio di automezzi pesanti sulla strada cantonale che attraversando Cureglia e Origlio condurrebbe alla stessa, comporterebbe un ulteriore insostenibile aumento del traffico attuale con effetti sconvolgenti sulla già difficile e fragile situazione viaria di questi Comuni, sulla sicurezza dei pedoni e sulla salute degli abitanti.

Le osservazioni e proposte puntuali formulate dai Municipi e altre associazioni nella prima fase di consultazione hanno indotto il Consiglio di Stato a decidere di mantenere l’ubicazione della discarica di Crevogno quale “risultato intermedio”, riducendo la volumetria indicativa della stessa da 500'000 m3 a 100-200'000 m3.

Capriasca Ambiente - sempre attenta alla tutela del patrimonio naturalistico, paesaggistico e culturale della regione - il mese di ottobre dell’anno scorso ha pertanto lanciato la petizione “Per una Capriasca senza discariche”.

Grazie al passa parola dei nostri 255 soci abbiamo raccolto oltre 1700 firme. S’è trattato di un’occasione irripetibile per “tastare il polso” alla popolazione (la zona maggiormente interessata è la bassa Capriasca che conta circa 3200 abitanti e dalla quale provengono la maggior parte delle firme raccolte) la quale ha espresso grande preoccupazione in merito alla prospettata ubicazione di una discarica di materiale inerte in zona Crevogno.

Mercoledì 19 novembre 2014 alle ore 13:30

nella sala Monte Generoso di Palazzo delle Orsoline, abbiamo consegnato all‘onorevole Claudio Zali, direttore del Dipartimento del territorio, il frutto di questa nostra iniziativa che ci auguriamo possa costituire un ulteriore contributo affinché il Consiglio di Stato abbia a modificare in futuro la propria decisione abbandonando definitivamente l’ubicazione della discarica in zona Crevogno.